Salta al contenuto principale
x

Gli insetti volanti dannosi circolano anche nelle aree pubbliche, come parchi giochi, impianti sportivi, cortili di scuole e asili nido, minacciando le piante e la tranquillità delle persone. È facile anche solo pensare a vespe e calabroni che fanno nidi ovunque: nei sottotetti, piuttosto che normalmente sugli alberi, o in intercapedini nascoste dove possono crescere la propria colonia indisturbate. Non di meno in zone dove possono facilmente raggiungere fonti di cibo, come campeggi e aree verdi limitrofe alle spiagge.

L’uso massivo di pesticidi per difendere queste aree è una tra le maggiori cause di inquinamento e danni alla salute: chi vive nelle aree urbane è esposto ogni giorno, in maniera diretta o indiretta, a miscele di insetticida potenzialmente cancerogeni. Queste sostanze, inoltre, trasportate dalla pioggia verso laghi e fiumi, possono facilmente entrare in contatto con le falde acquifere con conseguente contaminazione delle acque potabili.

Per tutelare la salute pubblica, molti comuni a oggi hanno scelto di aderire a programmi che non fanno uso di pesticidi in zone pubbliche e di utilizzare trappole per insetti ecologiche per combattere i parassiti: un approccio che senza dubbio instaura un rapporto completamente diverso con l’ambiente.

 

Come si usano le trappole per insetti nelle aree civili?

Di fronte a questa scelta, per un efficace utilizzo delle trappole ecologiche per insetti nocivi, è fondamentale conoscere l’insetto che si vuole catturare, la sua stagionalità e le sue modalità di riproduzione, e installare la trappola giusta al momento giusto: un utilizzo corretto delle trappole ecologiche, infatti, permette non solo di difendere la zona dall'invasione, ma anche di evitare il proliferare della popolazione di parassiti. 

 

Ecco alcune tra le caratteristiche necessarie che deve avere un'efficace trappola per insetti ecologica e il nostro suggerimento sulla trappola ideale per difendere le aree pubbliche dai parassiti:

🔅 adattabile a ogni tipologia di insetto dannoso (Tap Trap, Vaso Trap, Sfera Trap)

🔅 utilizzabile con un'esca di tipo alimentare e dunque completamente ecologica (Tap Trap, Vaso Trap)

🔅 innocua per gli insetti utili, impollinatori come api e bombi che non manifestano nessun tipo di interesse alimentare per questo tipo di esche (Tap Trap, Vaso Trap)

🔅 adatta sia a prevenire il proliferare dei parassiti che a una cattura massiva costante fino a fine stagione (Tap Trap, Sfera Trap, Vaso Trap)

 

Clicca qui sotto sull'insetto dannoso da combattere per approfondire le sue caratteristiche e trovare la trappola per insetti ecologica più adatta.

Qual’è il tuo problema?

Clicca sulla causa del danno per trovarne la cura

Vespa velutina
Vespa crabro, vespa mandarinia, vespula germanica, vespa comune

Le trappole che possono aiutarti sono

Utilizza le seguenti ricette

CALABRONI, VESPE, CALABRONE ASIATICO (Vespa velutina) - Tap Trap

Mezzo litro di birra + 2 cucchiai di zucchero o miele

Oppure: Mezzo litro di acqua + 3 cucchiai di zucchero o miele + un bicchiere di aceto di vino rosso

Oppure: vino bianco dolce o addolcito con zucchero o miele + 20-30 ml di sciroppo di menta (un bel bicchierino) 

 

Vespa velutina: consigliamo di usare queste ricette per la cattura primaverile e autunnale 

🔅 I nostri consigli su come catturare vespe e calabroni 🔅

 
CALABRONI, VESPE, CALABRONE ASIATICO (Vespa velutina) - Vaso Trap

350 ml di birra + 2 cucchiai di zucchero o miele

Oppure: 200 ml di acqua + 2 cucchiai di zucchero o miele + un bicchiere di aceto di vino rosso

Oppure: 350 ml di vino bianco dolce o addolcito con zucchero o miele + 20-30 ml di sciroppo di menta

 

Vespa velutina: consigliamo di usare queste ricette per la cattura primaverile e autunnale 

 🔅  Leggi l'articolo sul trappolaggio della Vespa velutina 🔅

 
MOSCHE E MOSCONI - Tap Trap

Mezzo litro di acqua + qualche scarto di pesce crudo (20-30 gr di sarde, acciughe, ecc.)

 
TRAPPOLA PER LUMACHE E LIMACCE con Vaso Trap senza imbuto

Riempire parzialmente il vaso con la birra, oppure uno o due cucchiai di lumachicida granulare (asciutto).

Chiudere il vaso con la parte superiore di Vaso Trap - la parte inferiore ad imbuto non serve - ed interrare la trappola lasciando l’imboccatura 2-3 cm fuori dalla terra.

 
TRAPPOLA PER LUMACHE E LIMACCE - LIMA TRAP

Riempite lo scodellino di Lima Trap con una quantità adeguata di lumachicida granulare (circa 8 gr. = 2 cucchiaini).

Inserita la copertura di protezione: il dispenser è pronto all’uso. Le trappole si posizionano nelle aree da difendere (orti, giardini, vivai, serre, vasi di fiori, ecc.).

❖ Avvertenzasi consiglia di rimuovere spesso le lumache morte in prossimità della trappola per evitare avvelenamenti secondari di animali non bersaglio

Guarda i video consigli

 
SFERA TRAP

Dopo aver  posizionato le due Pile stilo da 1,5 V, inserire il porta batterie LED in uno dei due supporti (inferiore o superiore).
Sfera Trap è così pronta per essere assemblata - Guarda come fare

 

Prima di applicare la colla, rivestire la sfera con della pellicola trasparente del tipo Domopak, o film plastico per imballaggi, o cuffiette monouso per doccia. Dopodiché applicare la colla.

In caso di perdita di adesività, la colla si potrà applicare più volte, anche in presenza di catture già avvenute.

 

NB. Oltre all’utilizzo con la sola colla, più eventuali attrattivi, Sfera Trap può essere da supporto anche a soli insetticidi e feromoni.

 

Consigli pratici:  Usare guanti monouso nella preparazione di Sfera Trap e dei vari prodotti utilizzati. Date le possibili colature di colla, si consiglia di posizionare al di sotto della sfera dei ripari, come cartoni o fogli di carta. Eventuali residui di colla sono facilmente asportabili con la benzina o la trielina - video istruzioni

 
POPILLIA JAPONICA (coleottero giapponese) - Vaso Trap

200 ml di acqua + 2 cucchiai di zucchero + 2 cucchiai di aceto di vino rosso

❖ Per questa ricetta Vaso Trap va utilizzato senza il suo imbuto interno

🔅 I nostri consigli sulla cattura della popillia japonica

 

Altre piante della stessa categoria