Salta al contenuto principale
x

Lumache e Limacce

**PAGINA IN AGGIORNAMENTO**

Sono in molti a non voler usare prodotti chimici per liberarsi delle lumache in giardino: il problema è che spesso non si hanno alternative, quando ce ne sono davvero davvero molte.

Il tuo orto resta bio se usi il lumachicida in maniera sicura e intelligente: senza metterlo a contatto con il terreno.

Coltiviamo noi stessi la verdura, curiamo il nostro orto tutto l'anno, com passione e sacrificio nella speranza non solo di risparmiare, ma soprattutto di mangiare prodotti genuini e sani.

Allora dovremmo evitare di usare veleni, come il granulare anti-lumaca.

Il problema è che spesso, se piove, le lumache ci divorano tutto e i metodi naturali per allontanarle non sono sufficienti quando ce ne sono davvero molte.

Il tuo orto resta bio se usi il lumachicida in maniera sicura e intelligente: senza metterlo a contatto con il terreno.

Le trappole che possono aiutarti sono

Utilizza le seguenti ricette

TRAPPOLA PER LUMACHE E LIMACCE con Vaso Trap senza imbuto

Riempire parzialmente il vaso con la birra, oppure uno o due cucchiai di lumachicida granulare (asciutto).

Chiudere il vaso con la parte superiore di Vaso Trap - la parte inferiore ad imbuto non serve - ed interrare la trappola lasciando l’imboccatura 2-3 cm fuori dalla terra.

 
TRAPPOLA PER LUMACHE E LIMACCE - LIMA TRAP®

Riempite lo scodellino di Lima Trap® con una quantità adeguata di lumachicida granulare (circa 8 gr. = 2 cucchiaini). Inserita la copertura di protezione: il dispenser è pronto all’uso.

 

Più Lima Trap® così preparati andranno posizionati nelle aree da difendere (orti, giardini, vivai, serre, vasi di fiori, ecc.) nei punti da Voi ritenuti più idonei e strategici. Ricordatevi di spostare periodicamente i Lima Trap® a rotazione in modo da coprire tutta l’area in oggetto, fino alla sua totale disinfestazione, controllando sempre che l’esca lumachicida sia attiva.

 

❖ Avvertenzasi consiglia di rimuovere spesso le lumache morte in prossimità della trappola per evitare avvelenamenti secondari di animali non bersaglio