Salta al contenuto principale
x

L’olivo è una pianta di per sé molto resistente agli attacchi dei parassiti: gli insetti che possono danneggiarla, infatti, trovano in campo molti antagonisti pronti a contrastarne la proliferazione. In particolari condizioni climatiche, però, gli attacchi da parte di insetti nocivi volanti possono essere ugualmente aggressivi e molto dannosi.

L'utilizzo di trappole per insetti volanti con esca alimentare al momento giusto è la soluzione ottimale per una cattura selettiva che si adatta alla stagionalità degli insetti. Prevenire gli attacchi dei parassiti delle piante, infatti, è importantissimo e saper riconoscere le possibili minacce è fondamentale per poter intervenire tempestivamente.

 

I PARASSITI DELL'OLIVO: MOSCA OLEARIA E TIGNOLA DELLE OLIVE

La mosca olearia è l’insetto nocivo che crea il danno più preoccupante, anche a livello economico, poiché altera la qualità e la quantità delle olive prodotte dalla pianta, rendendo la produzione dell’olio di scarsa qualità. É considerata, inoltre, veicolo principale di trasmissione della cosiddetta "Rogna dell’olivo"

Danni seri possono essere causati anche dalla tignola delle oliveche sui frutti causa una doppia cascola (la generazione carpofaga, raggiungendo il nocciolo, provoca il disseccamento o la cascola precoce delle olivine, mentre le larve rimaste sulla pianta provocano il distacco delle drupe nella cascola di agosto-settembre), e dalla piralyde dell’olivo che danneggia raramente i frutti, ma attacca le foglie dei nuovi getti, rovinando la nuova vegetazione delle piante adulte.

 

LE TRAPPOLE CONTRO LE MOSCHE OLEARIE E LE TIGNOLE DELLE OLIVE 

Le trappole per insetti ecologiche permettono una difesa dell’olivo riducendo sensibilmente l’uso di pesticidi, se non eliminandoli del tutto: Tap Trap e Vaso Trap sono indispensabili per una cattura massale continua fino a fine stagione, a basso costo e a zero impatto ambientale. Sfera Trap è la trappola cromotropica a colla adatta per una cattura di massa giorno e notte.

 

Clicca sulle trappole per insetti per tutti i consigli di utilizzo e le esche da preparare in base al tipo di insetto dannoso da catturare.

Qual’è il tuo problema?

Clicca sulla causa del danno per trovarne la cura

Piralide, sesia, falena, ecc.
Bactrocera Oleae

Le trappole che possono aiutarti sono

Utilizza le seguenti ricette

MOSCHE DELLA FRUTTA E MOSCA MEDITERRANEA (ciliegio, ulivo, noce, agrumi, ecc.) - Tap Trap

Introdurre nella bottiglia mezzo litro di ammoniaca liquida (tipo uso pulizie, non profumata) e qualche scarto di pesce crudo (sarde, acciughe, ecc.) come esca proteica.

 
MOSCHE DELLA FRUTTA E MOSCA MEDITERRANEA (ciliegio, ulivo, noce, agrumi, ecc.) - Vaso Trap

Introdurre nel vaso 350 ml di ammoniaca liquida (tipo uso pulizie, non profumata) e qualche scarto di pesce crudo (sarde, acciughe, ecc.) come esca proteica.

 
SFERA TRAP

Dopo aver  posizionato le due Pile stilo da 1,5 V, inserire il porta batterie LED in uno dei due supporti (inferiore o superiore).
Sfera Trap è così pronta per essere assemblata - Guarda come fare

 

Prima di applicare la colla, rivestire la sfera con della pellicola trasparente del tipo Domopak, o film plastico per imballaggi, o cuffiette monouso per doccia. Dopodiché applicare la colla.

In caso di perdita di adesività, la colla si potrà applicare più volte, anche in presenza di catture già avvenute.

 

NB. Oltre all’utilizzo con la sola colla, più eventuali attrattivi, Sfera Trap può essere da supporto anche a soli insetticidi e feromoni.

 

Consigli pratici:  Usare guanti monouso nella preparazione di Sfera Trap e dei vari prodotti utilizzati. Date le possibili colature di colla, si consiglia di posizionare al di sotto della sfera dei ripari, come cartoni o fogli di carta. Eventuali residui di colla sono facilmente asportabili con la benzina o la trielina - video istruzioni

 
POPILLIA JAPONICA (coleottero giapponese) - Vaso Trap

200 ml di acqua + 2 cucchiai di zucchero + 2 cucchiai di aceto di vino rosso

❖ Per questa ricetta Vaso Trap va utilizzato senza il suo imbuto interno

🔅 I nostri consigli sulla cattura della popillia japonica