GUIDA AGLI INSETTI VOLANTI DANNOSI

Gli insetti nocivi volanti sono tutti quegli insetti che recano danno a ciò che coltiviamo cibandosi di frutti, fiori e foglie delle nostre piante. Tutti gli insetti sono utili all’equilibrio del nostro ecosistema, tuttavia alcuni possono attaccare le coltivazioni in maniera così significativa da indurci ad adottare mezzi di difesa che, non dobbiamo dimenticare, vanno messi in campo con criterio e comunque limitati al raggio di azione delle nostre coltivazioni.

Indice dei contenuti

Come Riconoscere gli Insetti che Rovinano Orto e Piante da Frutto

Per una difesa intelligente e non dannosa dell’ambiente, è indispensabile conoscere il parassita che vogliamo contrastare e adottare il giusto metodo di contrasto per non correre il rischio di aggredire altre forme di vita o inquinare. Per riconoscere il tipo di parassita volante che attacca le nostre piante dobbiamo osservare: il danno che crea, la stagionalità, il ciclo di vita e il comportamento: in questo modo possiamo scegliere il metodo di difesa appropriato e metterlo in campo anche a livello preventivo per poter limitare efficacemente l’infestazione.

Nelle sezioni che seguono puoi approfondire tutti i dettagli con le schede dedicate ad ogni infestante, oppure passare direttamente a scoprire la trappola più adatta a contrastarne l’infestazione.

MOSCHE DELLA FRUTTA

Le mosche della frutta si distinguono in diverse tipologie che attaccano piante da frutto differenti, ma spesso con modalità simili. Oltre a questo tipo di parassita, ad attaccare la nostra frutta sono anche i moscerini (detti moscerini della frutta),  piuttosto fastidiosi, e che troviamo comunemente sui frutti messi in tavola, o laddove ci sono residui di fermentazione della frutta marcia, sui banchi di frutta di negozi e mercati, nei bar, così come negli orti. Il ciclo di vita e le abitudini che le caratterizzano possono essere molto simili: ciò che maggiormente fa la differenza in un’ottica di contrasto delle infestazioni di mosche, sono le stagionalità della mosca e le tempistiche di azione da parte nostra. 

In breve

DANNO
Danneggiano i frutti soprattutto deponendovi le uova che quando si schiudono si nutrono del frutto stesso rovinando il raccolto

STAGIONALITÀ
In generale, la prima generazione sfarfalla verso maggio/giugno, ma la tipologia di mosca e il clima delle zone colpite e altre condizioni particolari possono far variare le tempistiche di infestazione.

CICLO DI VITA
Alcune mosche della frutta arrivano a compiere fino a 6-7 generazioni l’anno: molto dipende dalla zona climatica.

mosche-della-frutta

SCHEDE SPECIFICHE

LEPIDOTTERI E TIGNOLE

Tra i segnali visibili che ci indicano la presenza di lepidotteri possiamo facilmente individuare quei piccoli buchi presenti sulle foglie degli ortaggi: le larve dei lepidotteri, infatti, si riparano sotto terra da dove escono solo per cibarsi (solitamente nelle ore notturne). Se li cerchiamo, troviamo facilmente questi bruchi poiché non hanno dimensioni eccessivamente piccole e possono essere individuati in fretta ma, a differenza di altri tipi di parassiti degli ortaggi che, con tempo e tanta pazienza, possono essere raccolti a mano ed eliminati (come le neanidi delle cimici), qui il lavoro diventa praticamente impossibile ed è per questo che la soluzione ottimale è cercare di contrastare la generazione precedente evitando così il deposito di nuove uova. Qui sotto trovi le schede di approfondimento per alcuni tipi di lepidotteri, necessarie per capire le tempistiche pe mettere in campo i mezzi di contrasto giusti nel momento più adatto.

In Breve

DANNO
Si cibano di coltivazioni mangiandone le foglie, le gemme, i fiori e i frutti, danneggiando la pianta (lepidotteri orticoli). Alcune tipologie si cibano anche delle radici (lepidotteri terricoli).

STAGIONALITÀ
Generalmente da marzo-aprile fino ad ottobre-novembre.

CICLO DI VITA
E’ difficile dire quanto vive un lepidottero, ma per limitare i suoi danni ciò che conta è la prevenzione attraverso il rilevamento della sua presenza. Essi passano attraverso 4 fasi: uovo, bruco, pupa (crisalide) e insetto adulto.

larva-tignola-danno-su-mela

SCHEDE SPECIFICHE

TIGNOLA DEL MELO

TIGNOLA ORIENTALE

TUTA ABSOLUTA

VESPE E CALABRONI

Vespe e calabroni sono un problema per le nostre coltivazioni dal momento che sono ghiotte di frutta matura e capaci di rovinare interi raccolti. Possono essere un problema quando rovinano un pranzo all’aperto o formano un nido nell’avvolgibile della finestra, creando paura e allarmismo soprattutto in coloro che rischiano gravi reazioni allergiche in conseguenza di un’eventuale puntura. Considerato che il comportamento delle vespidi può cambiare in base alla tipologia e al clima della zona in cui proliferano, possiamo considerare in linea di massima i seguenti fattori a livello generico. Per approfondire questi argomenti e conoscere il comportamento dei vespidi clicca sulle schede più in basso.

In Breve

DANNO
Si cibano della frutta maturata sugli alberi, pungono se si sentono in pericolo, reazioni allergiche, punture mortali. 

STAGIONALITÀ
Dai primi giorni di primavera ai primi giorni di inverno.

CICLO DI VITA
Dipende molto dalla capacità del nido: in Italia i nidi di vespidi possono arrivare a contenere fino a 25.000 esemplari che, a loro volta, produrranno centinaia di regine potenzialmente fecondabili e  in grado di fondare altrettanti nidi.

vespe-che-mangiano-frutta

SCHEDE SPECIFICHE

VESPA DI TERRA

Vespula germanica

VESPA COMUNE

Vespula vulgaris

CALABRONE ASIATICO

Vespa velutina

CALABRONE NOSTRANO

Vespa crabro

MOSCHE E MOSCONI

Si moltiplicano velocemente, si nutrono di letame, di avanzi di cibo, di carcasse di animale. Appartengono alla specie dei ditteri, cioè hanno due ali: ne esistono di molte tipologie alcune delle quali possono anche creare danni seri perché portatrici di virus e malattie. Ogni tipologia di mosca ha caratteristiche proprie che, seppur per pochi dettagli, le differenzia dalle altre. In linea di massima, per un’informazione sommaria, possiamo considerare quanto segue.

In Breve

DANNO
Portano parassiti potenzialmente infettanti, causano disagio e problematiche di varia natura agli animali negli allevamenti.

STAGIONALITÀ
Dalla primavera a inizio inverno.

CICLO DI VITA
Una mosca adulta vive mediamente una trentina di giorni ed è in grado in questo arco di tempo di depositare fino a 500 uova.

SCHEDE SPECIFICHE

TAFANI

tatano

MOSCA CAVALLINA

mosca-cavallina

MOSCHE DELLE STALLE

mosca-stalla