TRAPPOLE PER CARPOCAPSA FAI-DA-TE

mela rovinata da carpocapsa

Le trappole per carpocapsa aiutano a prevenire quello che comunemente chiamiamo verme delle mele. La carpocapsa infatti è una farfallina parassita che, come la tignola, fa parte di quei lepidotteri che arrecano più danni al frutteto.

Le larve di carpocapsa attaccano per lo più le piante pomacee danneggiando il frutto proprio in fase di maturazione. L’attacco della carpocapsa compromette il raccolto perché a questo stadio di maturazione del frutto non è più possibile fare trattamenti. L’unica soluzione è la prevenzione:  per non trovare le larve nei frutti, è necessario catturare più adulti possibile.

TRAPPOLE PER CONTRASTARE LA CARPOCAPSA SENZA INSETTICIDI

Per contrastare la minaccia senza usare insetticidi è necessario non dare il tempo alla carpocapsa di riprodursi. Questo si può fare in maniera totalmente ecologica con un trappolaggio selettivo di massa degli esemplari adulti: si tratta di una cattura di lepidotteri che non danneggia gli insetti utili, attuato con trappole selettive ad esca alimentare.

trappola-per-carpocapsa

Trappola selettiva ecologica Tap Trap per carpocapsa posizionata su frutteto
(Foto: Augusto Chiarle)

CHIEDI INFORMAZIONI
SU COME ACQUISTARE LE TRAPPOLE

COME FUNZIONA IL TRAPPOLAGGIO DI MASSA

I lepidotteri compiono diverse generazioni all’anno: i primi adulti sfarfallano quando le temperature raggiungono i 15-20 gradi, all’incirca dal mese di maggio, momento ideale per posizionare le prime trappole. Le larve diventano adulti piuttosto velocemente e iniziano subito a riprodursi, quindi se non si ha avuto la possibilità di posizionare le trappole da inizio stagione, è necessario metterle appena si può e mantenerle sempre in campo: l’obiettivo limitare la possibilità che la carpocapsa si riproduca.

QUALI FRUTTI DIFENDERE DALLA CARPOCAPSA

La carpocapsa non attacca solo il melo, ma anche noce, nespolo e pero.

pera con verme

La tignola, invece, attacca sia pomacee che drupacee:
Pesco
Albicocco
Ciliegio
Mandorlo
Melo
Pero

QUANDO E DOVE POSIZIONARE LE TRAPPOLE

Per contrastare tutti i tipi di lepidotteri, compresa la carpocapsa, si usa il tappo trappola Tap Trap che consente la cattura solo dell’insetto target (ecco perché è detta trappola selettiva) senza rischiare di danneggiare insetti utili. Tap Trap è un tappo-trappola che si applica alle bottiglie di plastica dell’acqua minerale e delle bibite. Funziona grazie alla sua elevata attrattiva cromatica (è di un color giallo molto intenso ed attrattivo per l’insetto) combinata con l’esca alimentare da inserire nelle bottiglie che si prepara comodamente con ingredienti che tutti abbiamo in casa.

  • Dove si mette Tap Trap: sulla pianta da difendere, appesa ad altezza uomo e ben esposta al sole.
  • Quando si mette Tap Trap: a partire mese di maggio (o, a seconda della zona d’Italia, quando le temperature raggiungono i 15 – 20 gradi).
  • Quante Tap Trap si usano: è necessario posizionare una trappola per pianta.
  • Quando si tolgono le trappole: le trappole possono essere lasciate fino a ottobre – novembre.

COME SI PREPARA L’ESCA PER LA CARPOCAPSA

La ricetta per l’esca da usare con Tap Trap è simile al vin brulé:

  • Aromatizzare un litro di vino addolcito con 6-7 cucchiai di zucchero
  • Aggiungere 15 chiodi di garofano e mezza stecca di cannella
  • Lasciare macerare il composto per 15 giorni circa
  • Diluire il macerato con 3 litri di acqua
  • Versare il composto in 8 bottiglie
  • Agganciare Tap Trap al collo delle bottiglie
  • Appendere Tap Trap alle piante

Se non hai il tempo per aspettare che il macerato sia pronto, puoi aromatizzare il vino come da indicazioni e farlo bollire qualche minuto in una pentola. Una volta raffreddato puoi usarlo subito per preparare le trappole.

COME MANTENERE L’ESCA ATTIVA

L’esca va sostituita ogni 20-30 giorni circa: getta l’esca vecchia e rifalla daccapo. Se non sono passati 20 giorni ma la trappola ha molte catture, è buona regola cambiare subito l’esca per far si che il suo sapore sia sempre attrattivo e interessante per l’insetto target. Questo tipo di sostanza attrattiva è interessante anche per vespe e calabroni, spesso in cerca di quel gusto agrodolce che ricorda la frutta matura: preparando una sola trappola, quindi, puoi difendere le piante da frutto da più di un tipo di insetto dannoso.

APPROFONDISCI: TAP TRAP PER VESPE

 

INDICAZIONI UTILI

Dove trovare Tap Trap

  • Per conoscere il rivenditore più vicino a casa tua invia una email a info@taptrap.com, oppure compila questo form

Come ricevere consigli e assistenza

Articoli utili

Questo articolo è stato scritto e redatto da
Maura Rizzo

Tutte le foto, ove non diversamente indicato, sono sotto licenza libera per usi commerciali oppure Copyright Roberto Carello e Vanda Bellini.

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo!

LE NEWS DELLA STAGIONE

vespa crabro predatori delle api

SALVARE LE API DA INSETTI PREDATORI

Tra le buone pratiche per allevare api è fondamentale assicurare all’apiario la protezione da vespe e calabroni che oltre a cacciare le nostre piccole amiche, possono causare un forte stress alle famiglie mettendole seriamente a rischio.

Leggi di più »

La Newsletter di Tap Trap

Ricevi direttamente nella tua mail tutte le news di Tap Trap, le nuove ricette e i nostri consigli per l’utilizzo delle nostre trappole.

Open chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao, come posso esserti utile?